Lentamente Muore - UYM

Lentamente muore: mentre stavo scrivendo un nuovo articolo mi sono imbattuto in una poesia che mi ha rapito per la sua bellezza e per gli importanti argomenti toccati.

Lentamente muore è un’opera della scrittrice brasiliana Martha Medeiros.

Il titolo “Lentamente muore” (A Morte Devagar) potrebbe però farti cadere in errore.

La poesia infatti è un’ode alla vita e sono sicuro che saprà farti riflettere su tante scelte che hai fatto e su quelle che dovrai e vorrai prendere.

Ti invito a leggere con attenzione ogni passo di questa ode alla vita di Martha Medeiros.

 

Lentamente muore

 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine. Click to Tweet

 

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine,

ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,

chi non cambia la marca o colore dei vestiti,

chi non rischia,

chi non parla a chi non conosce.

 

Lentamente muore chi evita una passione,

chi vuole solo nero su bianco e i puntini sulle i

piuttosto che un insieme di emozioni;

emozioni che fanno brillare gli occhi,

quelle che fanno di uno sbaglio un sorriso,

quelle che fanno battere il cuore

davanti agli errori ed ai sentimenti!

 

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo,

chi è infelice sul lavoro,

chi non rischia la certezza per l’incertezza,

chi rinuncia ad inseguire un sogno,

chi non si permette almeno una volta di fuggire ai consigli sensati.

 

Lentamente muore chi non viaggia,

chi non legge,

chi non ascolta musica,

chi non trova grazia e pace in sé stesso.

 

Lentamente muore chi distrugge l’amor proprio,

chi non si lascia aiutare,

chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna.

 

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,

chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,

chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce.

 

Evitiamo la morte a piccole dosi,

ricordando sempre che essere vivo richiede uno sforzo di

gran lunga maggiore

del semplice fatto di respirare!

 

Soltanto l’ardente pazienza porterà al raggiungimento di

una splendida

felicità.

 

 

Ode alla vita di Martha Medeiros

Guarda e ascolta il filmato, è davvero emozionante.

Quest’ode alla vita di Martha Medeiros tocca rilevanti argomenti.

Ho inserito quindi alcuni link ad altri miei articoli che trattano proprio quello specifico argomento.

Il mio consiglio è di leggerli.

Questo ti consentirà di capire in che modo questi aspetti impattano sulla qualità della tua vita e come puoi fare per imparare a gestirli anziché subirli.

Fammi sapere se quest’ode alla vita, se Lentamente Muore, ti è piaciuta è a quali riflessioni ti ha portato.

 

Firma Marco Little UYM

Articolo – Lentamente Muore – Immagine tratta Beendeleted

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

IL TUO LIBRO 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22 passi thumb 8

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

8 commenti
  1. Wisteria
    Wisteria dice:

    Bellissima poesia! Mi ha dato un notevole scossone a cambiare… speriamo che mi abbia destato davvero da questo torpore.
    Grazisimissime

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Wisteria, mi fa piacere che anche questo tipo di post abbia un riscontro positivo.
      Per quanto riguarda lo stato di torpore a cui fai riferimento posso dirti che a volte basta anche una sola frase a far scattare in noi il desiderio di cambiare… anche una sola frase.

      In bocca al lupo!
      Grazie del commento. Marco

      Rispondi
  2. Alberto
    Alberto dice:

    Buonasera a tutti. Mi piace il tuo blog perché riesci a scrivere articoli davvero interessanti e sai diversificarli. Questa poesia ne è un esempio.
    Buona serata a tutti.

    Rispondi
  3. Umbex
    Umbex dice:

    Una poesia meravigliosa, stimolante! Non la conoscevo, dico la verità. Per fortuna, Grazie al tuo blog ora la conosco e ne apprezzo il contenuto ed messaggio che trasmette.
    Grazie

    Rispondi
  4. Giuliana
    Giuliana dice:

    Buon giorno , Marco !
    Scusa , non sono riuscita leggere fin oggi …
    POESIA ? … La conoscevo ma , era del tutto cancellata dalla mia mente …
    Sai … tante pensavo che fosse meglio che io sparisca da questa vita , per sempre … Non arrabbiarti , sono onesta , tutto qui …
    Grazie per aver riportato questa meravigliosa poesia che , erò convinta essere di Pablo Neruda . Ancora grazie e serena giornata !

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Giuliana,in effetti questa poesia viene spesso attribuita a Pablo Neruda ma sinceramente non conosco il perché.
      Per quanto riguarda la tua frase… ho troppo rispetto delle persone per dirti semplicemente di tenere duro e sorridere alla vita. Quello che invece mi permetto di suggerirti è che se ti trovi in una situazione di difficoltà e hai bisogno di una mano chiedila, rivolgiti ad un professionista che può darti gli strumenti giusti per riemergere.

      Mi fa piacere che tu abbia apprezzato la poesia.
      Ti ringrazio del commento.
      A presto, Marco.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.