Tempo scaduto

Con l’articolo di oggi voglio trattare in maniera inusuale l’argomento Tempo Scaduto. Voglio raccontarti una storia e ragionarci un poco sopra. Saranno quattro chiacchiere un po’ speciali e, a seguire, capirai perché.

La storia comincia con una persona che sta aspettando…

…da tutta una vita di fare quello che gli piacerebbe fare.

 

 

Tempo Scaduto: Boom!

Questa persona ha sogni da realizzare ma continua, ogni singolo giorno,  a raccontarsi che non è il momento giusto. Meglio aspettare, meglio fare il primo passo quando sarà arrivato il momento giusto. E sai cosa succede? Tempo scaduto: Boom.

“Marco, mi vuoi parlare di procrastinazione ? Bene, sono pronto… anche se ancora non conosco la storia. E’ forse un racconto di qualche scrittore famoso?”

Affatto. Probabilmente avrebbe potuto esserlo ma il tempo passa e lui continua a fare altro.

“Un attore, un personaggio del cinema o della televisione?

Neppure, anche se avrebbe potuto esserlo.

“Uno famoso sportivo allora?”

No, anche se avrebbe potuto esserlo. Ma, come ti ho detto, ha altro da fare. E sai cosa succede? Tempo scaduto: Boom.

“Potrebbe essere in grado di fare un sacco di cose e non le fa. Uno strano comportamento, a dir poco.”

Aggiungo qualcos’altro di lui. E’ in gamba, molto in gamba, ha tutta la mia stima. Ogni giorno si reca a lavoro perché ha sulle spalle una famiglia a cui non vuol far mancar niente. Il suo lavoro non gli piace molto, anzi per niente, ma quello è. Nonostante ciò lavora per 8/10 ore al giorno per circa 220 giorni l’anno.

Capisco bene questa situazione. Potrebbe però darsi da fare. Cercare un lavoro che gli permetta di alzarsi la mattina con più entusiasmo. Non è facile certo ma non impossibile. Conosco  molti amici che proprio in questo periodo di crisi sono riusciti a cambiare lavoro. Elena, Chiara, Matteo, Federico…”

Hai ragione. Potrebbe… ma non lo fa. Tra l’altro è una persona con una mentalità aperta. E’ intelligente, curioso, gli piace imparare, approfondire gli argomenti che gli stanno a cuore. Pone attenzione ai rapporti con gli altri ed è cordiale anche se a volte tende ad allontanare le persone. Non lo fa per cattiveria. A volte  gli rimane difficile chiarirsi con gli altri, specialmente con gli amici. Ha paura di ferire, a volte commette l’errore, con una punta di presunzione, di sapere esattamente cosa sia successo senza neppure chiedere spiegazioni. E tende quindi ad allontanarsi. Ha continuato a coltivare sogni, idee, propositi fin da piccolo. Vedessi i suoi occhi come brillano quando  insegue i suoi sogni.

Questa persona non la conosco ma da come la descrivi sembra davvero un mito!” 

In effetti lo è. Ogni giorno lotta con gli imprevisti, con i problemi,  con le incomprensioni,  con i conflitti, con le priorità, con le urgenze e anche con le paure. Si confronta con i nemici e con gli amici, ogni giorno si rimbocca le maniche perché il lavoro, sotto qualunque forma, non lo spaventa.

Ho capito! Adesso mi tiri fuori il nome di qualche personaggio famoso che si è fatto da solo partendo da zero.”

Pensi davvero questo?

E che dovrei pensare ? Hai scritto che praticamente sa fare tutto. Sembra più un supereroe che una persona normale.”

In effetti, non avrà gli artigli retrattili come Wolverine o la forza fisica di Hulk ma secondo me è quanto di più vicino ad un supereroe.

“Marco! Su, dimmi chi è!”

Possibile che tu non abbia ancora capito di chi sto parlando? Parlo di Te.

Silenzio.

“Ma che capperi vai dicendo?”   

Dico davvero, sei tu.

Sono io. E’ Luca, Giovanni, Umberto, Chiara, Letizia, Marco, Roberto, Valentina, Gabriella, Marta, Vanessa, Barbara, Antonella, Gilberto, Annalisa, Alberto, Danilo, Olga, Laura… siamo tutti noi.

Sorpreso?

“Sopratutto confuso e disorientato…”

Lo immagino. Siamo abituati a stimarci molto meno di quelle che sono le nostre potenzialità. Non dico che ci stimiamo poco, ma sicuramente meno di quello che potenzialmente rappresentiamo.

Tu hai tutte le caratteristiche sopra descritte eppure hai pensato che stessi parlando di qualche personaggio famoso. Strano, no? Il fatto è che ognuno di noi è in grado di fare cose impensabili ma c’è un solo grande ostacolo che ci separa dal concretizzare i nostri sogni, un ostacolo non dilatabile a nostro piacimento: il tempo. E sai cosa succede? Tempo scaduto: Boom.

Voglio che questo post abbia uno scopo preciso, quello di andare dritto al punto: farti riflettere su come il tempo sia limitato e che, se non cambi rotta velocemente, sogni sono e tali rimarranno.

Arriverà un giorno, non così lontano come pensi, in cui il tempo sarà davvero scaduto e di tutti quei sogni che ti emozionavano non saranno rimasti che dei rimpianti. E sai cosa succede? Tempo scaduto: Boom.

E per farti inca##@#@ ancora un po’ ti dico anche che tutti coloro che ti hanno sempre frenato con i loro pessimi consigli, “Ma smettila, dai. Rimani con i piedi per terra.”, quelli che non hanno mai creduto in te, “Lascia stare, non hai esperienza. Non credo sia la strada giusta.” avranno vinto. Coloro che ti hanno sempre scoraggiato, coloro che ti hanno sempre sminuito, coloro che hanno fatto vacillare le tue certezze, sono di fatto coloro che… bé sotto sotto erano invidiosi dei tuoi sogni perché loro non hanno mai nemmeno avuto il coraggio di averli.

 

Ma adesso il tempo sta per scadere davvero e tu stai buttando via tutto:

 

 

Tempo scaduto. Boom!

 

 

Firma Marco Little UYM

Articolo Tempo Scaduto – Immagine tratta da Google Immagini

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

IL TUO LIBRO 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22 passi thumb 8

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Ultimi post di Marco Cammilli (vedi tutti)

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

12 commenti
  1. Wisteria
    Wisteria dice:

    Sono arrivata in ritardo a lavoro per colpa tua! 🙂
    Mi è arrivata la tua mail con la pubblicazione dell’articolo appena entrata in macchina e…
    … non sono riuscita a posare il cellulare. Me lo sono letto tutto d’un fiato.
    Ci sei andato giù pesante. Hai fatto bene abbiamo bisogno di svegliarci.
    Ho apprezzato tantissimo il fatto che ti ci sei messo anche tu tra coloro che devono darsi una scrollata. Dico questo perché mi fa capire meglio come pensi. Non ti poni mai dietro una cattedra ad insegnarci qualcosa ma sei sempre in mezzo a noi e con noi. E’ una splendida qualità.
    Bellissimo articolo davvero! Il messaggio che contiene arriva dritto dentro.
    Grazissimissime.

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Arghhh… maledizione, non era mia intenzione farti arrivare tardi a lavoro! Però mi fa piacere… vuol dire che hai apprezzato l’articolo. 😉
      Voglio sottolineare che non sono un coach, non sono un trainer, un guru, un allenatore mentale, un formatore, un motivatore, ecc… Sono semplicemente Marco. Non ho nessuna intenzione di finire dietro una cattedra. Voglio condividere con voi questi argomenti perché possono essere realmente d’aiuto.
      Grazie Wisteria perché mi hai dato modo di ricordare a tutti qual’è il mio ruolo in questo blog.
      A presto. Marco

      Rispondi
  2. Alberto
    Alberto dice:

    Buongiorno a tutti. Concordo con quanto scritto da Wisteria.
    Mi è piaciuto come si sviluppa l’articolo.
    Buona giornata a tutti.

    Rispondi
  3. Roby
    Roby dice:

    E’ un pezzo che va diritto al sodo. Sognare è bello ma realizzare lo è
    ancor di più. Questo comporta la scelta non solo di obiettivi e scopi ma
    anche l’ applicazione del cosiddetto ” timing ” perchè, come detto, il tempo è una variabile non dilatabile ( a meno che non si vada alla velocità della luce… ma in questo caso non saremmo più sulla Terra)

    Rispondi
  4. Umbex
    Umbex dice:

    Veramente un ottimo post! Credo che i sogni vanno saputi trasformare in realtà, altrimenti non sono sogni ma delusioni. Sono d’accordo con Roby, in generale con tutti, con il saper scegliere il timing. Sono ancor più convinto, che possiamo spingerci a tirare fuori ciò che vogliamo, (essere, diventate ecc), allontanando le persone negative che ti romanzano “Lascia stare, non hai esperienza… Non credo sia la strada giusta” ed avvicinando le persone incoraggianti, (più di quelle positive, come ho avuto modo di soffermarmi di recente sulla differenza di queste due diverse tipologie di persone). Uno strumento che dal mio punto vista mi aiuta in questo, cioè nella ricerca di persone incoraggianti e proprio questo blog e le persone che vi commentano. Grazie a tutti!
    Umbex

    Rispondi
  5. Giuliano
    Giuliano dice:

    Ciao Marco!
    Articolo diverso dai soliti, complimenti!
    Mi piace molto la citazione “La vita è quella cosa che accade mentre sei impegnato a fare altro…” 🙂
    CIAO!!!
    Giuliano

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.