Vincere la paura

Vincere la paura è davvero possibile?

La paura è una delle emozioni primarie più importanti il cui compito è preservarci da situazioni di pericolo o che riteniamo tali. La paura è quindi un’emozione fondamentale della quale non possiamo e non dobbiamo fare a meno. La paura è parte integrante del nostro istinto di sopravvivenza. Se siamo ancora qua è merito suo.

“Marco, capisco perfettamente, ma non hai idea di quante volte questa paura mi metta i bastoni fra le ruote.  Io vivrei meglio se non provassi paura!”

Ne sono consapevole. A tutti succede di rimanere fermi, immobili o di fare marcia indietro per colpa della paura. Per questo motivo voglio parlare con te di come vincere la paura, di come trasformarla da acerrimo nemico a fedele alleato.

Vincere la paura ma che cos’è la paura?

 

Ho imparato che il coraggio non è la mancanza di paura, ma il trionfo su di essa. Nelson Mandela Click to Tweet

 

 

Prima d’imparare a vincere la paura è fondamentale capire esattamente come si manifesta questa sensazione che coinvolge tutto il tuo organismo:

1) Aumento del battito cardiaco

2) Innalzamento del livello di attenzione

3) Aumento della sudorazione

4) Aumento del livello di adrenalina in circolo

5) Intensificazione delle funzioni fisiche e cognitive

Queste sono le principali risposte del nostro corpo alla stato emozionale della paura. Se ci fai caso questi aspetti non hanno di per sé una connotazione positiva o negativa: è semplicemente la risposta del nostro organismo a una situazione di reale pericolo o percepita come tale. Anzi, ti dirò di più: come può essere dannosa un’emozione come questa il cui compito è salvaguardarci? Sono le stesse reazioni del corpo dell’atleta che sta correndo al massimo delle sue possibilità per tagliare per primo il traguardo. Non sarebbe male associare alla paura questa visione carica di energia, cosa ne pensi? Questo può essere un primo passo per imparare a vincere la paura.

“E’ un’immagine completamente diversa da quella che solitamente fa capolino tra i miei pensieri. Solitamente m’immagino una persona triste, demoralizzata, rannicchiata in un angolo di una stanza buia.”  😯

La paura è solamente un’emozione: sta a te decidere se subirla o sfruttarla.

Se riprendi la lista dei 5 principali effetti che la paura ha sull’organismo ti accorgerai che possono essere il nostro migliore alleato: in questo stato emozionale l’organismo è incredibilmente reattivo e il nostro cervello è concentrato al massimo per trovare una soluzione immediata con gli strumenti che ha a disposizione.

La paura, vista in questi termini, verrà valutata con occhi completamente diversi.

Vincere la paura: timore e ansia

La paura ha gradi diversi d’intensità strettamente legate alla situazione e al soggetto. Questo aspetto è una chiave di volta molto interessante per imparare a vincere la paura: a parità di situazione ognuno reagisce infatti maniera diversa. Prendiamo come esempio un colloquio di lavoro. Ci sarà qualcuno in uno stato di paura vera e propria, qualcun altro ha timore, altri sono in ansia, altri ancora non provano alcuna sensazione di disagio. Questo ti aiuta a capire che non è la situazione in sé ad essere pericolosa: dipende da come tu la percepisci.

Sulla gestione della paura potremmo scrivere un libro intero, ma io voglio darti qualcosa d’immediato e pratico, da applicare subito. Non fare il furbo, ho scritto SUBITO non DOMANI! 🙂

Vincere la paura, da acerrimo nemico a fedele alleato:  vai incontro alla paura.

 

 

 

Vincere la paura

Vuoi imparare a vincere la paura? Bene, comincia con l’individuare quali situazioni generano in te tale emozione.

Ti faccio alcuni esempi: paura di prendere l’ascensore, nell’esprimere il tuo punto di vista, paura nel prendere decisionipaura di incontrare quella persona?

Hai paura di parlare in pubblico? Qual è la soluzione migliore ed efficace? Vai incontro a questa tua paura con calma, un passo per volta. Comincia conversando con i tuoi amici e non appena ti sentirai a tuo agio in questa situazione fa’ un passo avanti.

Ogni volta che vorrai vincere la paura non dovrai fare altro che un passo avanti: avrai maggiore consapevolezza delle tue capacità e ciò che fino a ieri era una situazione di disagio diverrà qualcosa di accettabile.

Ripeti l’esperienza più volte e noterai con grande soddisfazione che la tua zona di comfort si estende e ciò che ti creava timore e ansia è completamente scomparso. Ogni volta che vorrai fare un passo avanti la tua autostima crescerà e passo dopo passo avrai macinato molti chilometri. Avrai imparato a vincere la paura con quella consapevolezza data dall’esperienza.

Tieni inoltre presente che nella maggioranza delle situazioni tendiamo ad ingigantire la paura: siamo capaci d’immaginare conseguenze terribili e più ci pensiamo e più diamo forza alla paura. Purtroppo abbiamo il brutto vizio di sottostimarci. Quando risolvi con successo una situazione che ti creava ansia cosa ti dici subito dopo? “Quanti problemi inutili mi sono fatto… è stato molto più semplice del previsto!”.

Immagina se affrontassi in questo modo ogni piccolo aspetto della tua vita. Quante porte si aprirebbero al tuo passaggio? Quante opportunità avresti modo di cogliere? Saresti capace di fronteggiare i problemi con un atteggiamento molto diverso e molte situazioni sarebbero da te vissute come opportunità e non più come intoppi.

Ricorda che la paura non ha niente di particolare per intimorirti, non è altro che uno stato mentale e sei proprio tu a darle o toglierle potere.

 

Vuoi imparare a vincere la paura? Valle incontro.

Firma Marco Little UYM

Articolo Vincere la Paura – Foto tratta da Pixabay

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

IL TUO LIBRO 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22 passi thumb 8

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Ultimi post di Marco Cammilli (vedi tutti)

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

8 commenti
  1. Wisteria
    Wisteria dice:

    Un post estremamente pratico per sconfiggere le paure di tutti i giorni. Non posso che condividere quanto scritto da Marco. Il modo migliore per sconfiggere la paura è fare un passo avanti. Credo che ognuno abbia decine e decine di situazioni in cui la soluzione al problema è stata semplicemente andare incontro al problema stesso. Sono una persona che tende a non agire per la pura… della paura. Ogni volta però che mi sono fatta forza e le sono andata incontro ho sempre vinto.
    Grazissimissime.

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Wisteria, ho sempre pensato a questo blog come a un percorso, un viaggio da fare insieme a tutti voi. Questo post sulla paura infatti vuole essere un primo articolo semplice e al contempo molto concreto su questa importante emozione. La gestione della paura è un argomento molto significativo e vasto per cui lo andremo a scoprire un po’ per volta, insieme come sempre, settimana dopo settimana, post dopo post. Intanto impariamo a sconfiggere la paura andandole incontro, poi vedremo insieme altre tecniche più sofisticate! 🙂
      Grazie e a presto. Marco.

      Rispondi
  2. Roby
    Roby dice:

    Interessante argomento. Per esperienza diretta la differenza tra chi ce la fa e chi no, fortuna a parte, nasce dal fatto che il 1° gestisce le paure
    e le ansie derivanti con un po’ di spregiudicatezza e non rimandando, il 2°
    riuscendo a trovare le motivazioni più svariate x non affrontare i problemi. A volte può anche avere la fortuna che si risolvano da sè ma nella maggior parte dei casi tendono ad aggravarsi fino a diventare irrisolvibili. A questo punto le recriminazioni, ormai inutili, si sprecano. Come si dice: chi è causa del suo mal pianga sè stesso.
    Ottimo l’ inserimento esemplificativo del filmato.

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Nessuno riesce a prendere buone decisioni sotto l’effetto della paura. Quando l’emozione di turno prende il sopravvento sulla nostra capacità di decidere si fanno pessime scelte. I nostri ragionamenti sono talmente alterati da quello stato emotivo che la logica non sembra più appartenerci.

      Imparare a sfruttare la paura anziché subirla cambia la vita.
      Ti ringrazio Roby del tuo puntuale contributo.

      Ps: come sai non credo nella fortuna/sfortuna 😉
      Marco.

      Rispondi
  3. Bosé
    Bosé dice:

    Ciao Marco,
    Grazie per l’articolo. Hai proprio ragione. Ogni volta che sono riuscito a superare un tipo di paura, andandole incontro non solo ho ‘vinto’ ma il mio coraggio si è cresciuto un tantino in più!
    Il problema è che ogni volta vinto un tipo di paura, né è un’altro dietro l’angolo.
    Non finisce mai.
    Il segreto penso, è quello di non mollare mai.

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Bosè, leggendo il tuo commento mi sono messo a riguardare il filmato presente nell’articolo. L’avrò visto decine di volte e ogni volta che lo faccio mi emoziona. Ci fa capire come la paura sia ovunque e abbracci ogni periodo della nostra vita… come dici tu ce n’è sempre una nuova dietro l’angolo. Ma ogni volta che questo accade possiamo decidere cosa fare: subirla o gestirla. Per quanto possa sembrare semplicistica come spiegazione è così: o l’affronti o fai un passo indietro. Ogni volta che la gestisci e la sfrutti a tuo vantaggio fai un passo ben deciso verso la felicità.
      Grazie del commento a presto. Marco.

      Rispondi
  4. domenico
    domenico dice:

    ciao Marco ho apprezzato tantissimo il tuo lavoro sulla paura premetto che ho n72 anni ma è come se ne avessi 30
    ho iniziato tardi il mio percorso di crescita personale e ( spirituale ) quindi sto ancora nonostante l’eta’ affrontando le mie paure e insicurezze (del buio ,delle donne ,dei cambiamenti del parlare in pubblico…..)ora va molto meglio
    ci o’ lavorato sopra, non bene ma meglio ora bisogna anche affrontare la paura della morte .
    ti ringrazio e ti esorto ad approfondire queste tematiche

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Domenico e grazie del tuo commento. Credo che in un percorso di crescita, quale che sia, non ci sia mai un “Arrivo”. C’è sempre qualcosa da imparare, qualche argomento da approfondire, qualche libro da leggere e altri da ri-leggere. C’è sempre qualcosa nel quale migliorare, qualche riflessione da fare, qualche punto di vista da mettere in discussione, qualche credenza da smontare per crearne una nuova e così via. L’importante è non fermarsi mai e continuare, passo dopo passo, a fare del nostro meglio per migliorare la qualità delle nostre vite e delle persone che ci circondano. Quindi benvenuto nel “club” 🙂
      Se non hai ancora avuto modo di leggerlo t’invito a cliccare su questo articolo:
      http://www.upgradeyourmind.it/decidere/rimpianti-in-punto-di-morte/
      E’ un articolo che tocca un argomento che spesso cerchiamo di tenere ben nascosto. Come ho scritto però, nonostante tratti i rimpianti in punto di morte, questo post vuole essere un inno alla vita!
      Ti auguro il meglio Domenico e spero di poter leggere quanto prima un tuo nuovo commento.
      A presto. Marco.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.