raggiungere un obiettivo

Come raggiungere un obiettivo: ecco di cosa voglio parlarti oggi.

Nella vita privata e professionale capita quotidianamente di parlare di obiettivi da raggiungere.

Molte volte però lo facciamo in maniera superficiale senza avere in mente tutte le caratteristiche che un obiettivo, per definirsi tale, deve avere.

Mi sono detto allora: “Come posso raggiungere un obiettivo senza prima definirlo?”

Molte persone non definiscono in maniera esaustiva i loro obiettivi tuttavia credono che averne un’idea approssimativa sia condizione sufficiente per raggiungerli. Questo è il più grande ostacolo che, nonostante gli sforzi, ti impedisce di raggiungere i tuoi traguardi.

Chi sa concentrarsi su qualche cosa e perseguirla come unico scopo ottiene, alla fine, la capacità di fare qualsiasi cosa. (M.Gandhi) Click to Tweet

Come raggiungere un obiettivo

“Sai Marco, mi sono dato un nuovo obiettivo: cambiare lavoro.” Per quanto sia apprezzabile mancano numerosi dati in questa frase. Difficile raggiungere un obiettivo se non viene chiaramente definito.

“Voglio seguire una dieta in modo da perdere un po’ di chili in eccesso e cominciare a fare una vita salutare.” Qualcosa di meno vago? Manca un qualunque dato oggettivo. Che tipo di dieta? Quanti kg vuoi perdere? Entro quanto tempo? Come puoi raggiungere un obiettivo con un’idea così superficiale?

“Questo mese voglio impegnarmi per consegnare molti contratti di vendita al Direttore Commerciale.” E’ un’affermazione estremamente generica.

“Da oggi m’impegnerò su tutti i fronti per riguadagnarmi la stima del mio partner.” Leggendo questa affermazione ci viene da chiedere:“Cioè? Cosa hai intenzione di fare concretamente?”

Se vuoi raggiungere un obiettivo, se vuoi avere successo in qualcosa, devi capire come definirlo e per farlo ti basterà seguire questo schema:

Raggiungere un obiettivo - UYM

Raggiungere un obiettivo – UYM

 

Raggiungere un obiettivo: 9 punti chiave

1) Raggiungere un obiettivo: Specifico, definito e misurabile

L’obiettivo “La prossima estate voglio farmi una vacanza al mare.” può essere definito in maniera specifica e ben precisa “La prossima estate, dal 1° al 15° settembre, voglio andare a farmi una vacanza di relax alle Mauritius; un albergo 4 stelle con una camera spaziosa che dà sul mare. Andrò da solo e terrò spento il cellulare: voglio godermi un po’ di sana tranquillità. Farò la prenotazione on-line in modo da trovare un buon rapporto tra servizio offerto e costo. Fisserò tutto entro il 30 giugno.”

Due modi molto diversi di fissare e quindi raggiungere un obiettivo.

Se hai letto il mio articolo sul SAR, il sistema di attivazione reticolare, ricorderai che quando ci focalizziamo su qualcosa di specifico si attiva questo meccanismo che ha la capacità di tenerci costantemente vigili su ciò che vogliamo ottenere. E’ uno speciale filtro che, in base a determinati criteri, decide cosa è importante e cosa superfluo. Ci permette di notare, prima e meglio, qualunque cosa collegata al nostro obiettivo. Nutrire la nostra mente con ciò che vogliamo è il modo migliore per ottenerlo. Più il tuo obiettivo è specifico e ben definito e più la tua mente ha elementi concreti su cui lavorare.

Ricorda inoltre che il tuo obiettivo deve essere misurabile attraverso dei riferimenti numerici. Come puoi infatti lavorare per raggiungere un obiettivo se non hai modo di valutare i tuoi progressi? In che punto ti trovi del tuo cammino? Quanta strada hai fatto e quanta ne manca al traguardo? Ho scritto “numerici” perché tali riferimenti devono essere chiari ed oggettivi e non soggetti all’interpretazione del momento.

 

2) Raggiungere un obiettivo: Con una scadenza

Come puoi raggiungere un obiettivo senza una scadenza? Impossibile. Hai fatto caso che quando hai delle scadenze ti muovi in maniera completamente differente? La scadenza ti consente infatti di attivarti in modo da rispettare quella data. Quando hai una scadenza prendi un impegno con te stesso e questo ti porta a fare tutto il possibile per rispettarla.

Ti ingegni e valuti costantemente ogni informazione per seguire la strada migliore. Se non ci fosse la scadenza inciamperesti sicuramente sul “Prima o poi lo farò.” e sei ben consapevole che questa frase è l’anticamera della Rimandite.

Tornando alla nostra vacanza alle Mauritius leggiamo che sarà fissata entro il 30 giugno. E’ una data ben precisa che non si presta alle interpretazioni del momento. Se avessi detto invece “Prenoterò quanto prima.” la tua mente avrebbe registrato nient’altro che una vaga idea: le cose approssimative e sfuggenti ti portano solo a disperdere energie e rimanere con un nulla di fatto.

 

3) Raggiungere un obiettivo: Espresso in positivo

Non puoi raggiungere un obiettivo se non hai modo di esprimerlo in positivo. Ecco due approcci completamente diversi alla stessa situazione:

“Non voglio arrabbiarmi quando mio figlio mi risponde in quel modo.”

“Quando mio figlio mi risponde in malo modo manterrò il controllo delle mie emozioni perché solo focalizzandomi sulla soluzione anziché sui miei stati emotivi avrò modo di capirlo e di gestirlo.”

Ricorda che la nostra mente lavora esclusivamente attraverso le immagini e non potendo immaginare il «non» tutto ciò che dici o pensi di «non» volere fare, viene automaticamente visualizzato nella tua mente acquistando potere. Se dici a te stesso di non volerti arrabbiare non fai altro che immaginarti arrabbiato ossia focalizzarti esattamente su quello che cerchi di evitare! Questo è un altro punto importante per raggiungere un obiettivo.

 

 4) Raggiungere un obiettivo: Fattibile

Per raggiungere un obiettivo questo deve essere fattibile. Un conto è stabilire un obiettivo ambizioso, un conto è definire una meta campata in aria. Se la tua mente pensa infatti nel suo profondo che l’obiettivo sia irrealizzabile non ti permetterà di accedere a tutte le tue risorse, bensì farà in modo di sabotare ogni tua azione e alle prime difficoltà comincerai a scoraggiarti fino all’abbandono dell’obiettivo. Il principale scoglio è dato dal “tutto e subito”, mentalità tipica della cultura occidentale. Capita spesso infatti che le persone decidano di risolvere gravi situazioni nell’immediato anziché sfruttare un arco temporale medio-lungo. Prova anche solo ad immaginare cosa potresti fare nel giro di 5 anni! Pensi che sia un periodo troppo lungo? Immaginati se tu, 5 anni fa, avessi preso una certa decisione. Oggi potresti raccoglierne i frutti.

Se vuoi raggiungere un obiettivo ambizioso lo devi definire e strutturare nel medio-lungo periodo. Hai un obiettivo con tale scadenza? In 5 anni potresti padroneggiare argomenti che adesso neppure conosci, sviluppare abilità che neppure immagini.

Potresti imparare una nuova lingua, fondare e consolidare un’azienda, praticare un nuovo sport, suonare uno strumento musicale. In 5 anni puoi davvero ribaltare qualunque situazione: avresti modo ogni giorno, sui 1825 che ti separano dal tuo obiettivo, di fare qualcosa, anche piccola, per avvicinarti a quel sogno. Se tu camminassi per soli 22km al giorno percorreresti 40.150km: faresti il giro del mondo a piedi! Il tempo è una risorsa preziosa, sfruttala anziché gettarla via ogni giorno in attesa che succeda qualcosa.

 

5) Raggiungere un obiettivo: Motivante

Per raggiungere un obiettivo devi calibrarlo bene: deve avere il giusto mix di fattibilità ed ambizione. Per essere motivante deve generare in te sensazioni positive talmente forti che l’idea di non raggiungerlo sia frustrante. L’obiettivo deve stimolare la tua voglia di fare, di creare, di pensare, di sentirti appagato e non solo pensando alla meta, ma anche al meraviglioso viaggio che compirai per raggiungerla. Un obiettivo emozionate è quello che ti fa stare sveglio la notte perché ti frullano in testa decine di idee su come raggiungerlo ed è quello che ti fa svegliare la mattina con quell’entusiasmante pensiero di avere un’altra intera giornata davanti in cui poter fare cose che fanno circolare adrenalina dentro di te, che ti spingono ad uscire fuori prepotentemente dalla tua zona di comfort.

6) Raggiungere un obiettivo: Espresso in forma scritta

Ecco un altro punto molto importante per raggiungere un obiettivo. Per quanto sia un processo semplice molte persone non prendono neppure in considerazione questo punto. Sono convinti che il “Ce l’ho ben chiaro in testa.” sia condizione necessaria e sufficiente. Che sia necessaria non c’è ombra di dubbio ma che sia sufficiente scordatelo! «Verba volant scripta manent».  Tutti sappiamo che i pensieri tendono a sparire velocemente dalla nostra memoria o a subire alterazioni con il passare del tempo. Ecco il motivo per cui un obiettivo, una volta definito, deve essere riportato su carta. Per raggiungere un obiettivo questo è un aspetto fondamentale. Dai un’occhiata a questo articolo su John Goddard, la sua lista e le cose incredibile che è riuscito a fare.

 

7) Raggiungere un obiettivo: Immaginabile

Ogni obiettivo raggiunto nella storia dell’umanità è stato prima immaginato.

L'immaginazione è più importante della conoscenza. (Albert Einstein) Click to Tweet

Quanto più il tuo obiettivo sarà ben definito, realizzabile e concreto, tanto più potrai immaginarlo. Tutti quanti abbiamo un grande bisogno di immaginare perché attraverso questo processo riusciamo a creare dei percorsi mentali indirizzati al raggiungimento del nostro traguardo. Più riesci ad immaginare la tua meta ed il percorso che vuoi seguire per ottenerla e più riuscirai ad anticipare le sensazioni che proverai nelle varie tappe del tuo cammino.

Anticipare le emozioni positive che proverai nei vari step ti darà una forte spinta emotiva ad andare avanti! Questo aspetto è ben spiegabile tenendo presente che non è tanto il raggiungimento dell’obiettivo in sé che ci farà stare bene ma le sensazioni che proveremo una volta raggiunto. Sono queste ultime infatti il carburante che arde dentro di noi.

 

 8) Raggiungere un obiettivo: Condivisibile

Per raggiungere un obiettivo devi condividerlo con le persone a cui tieni, con coloro che stimi, con coloro che possono darti suggerimenti utili. Cerca sempre di valutare bene con chi condividere i tuoi obiettivi perché il mondo è pieno di persone la cui unica attitudine ruota attorno a questa idea: “Stai scherzando vero? Ma dai, è impossibile, non ce la farai mai. Chi te lo fa fare di lasciare il lavoro per buttarti in questa avventura alla cieca. Ricorda sempre che chi lascia la strada vecchia per la nuova sa quello che lascia e non sa quello che trova.” Scansali. Se vuoi aprire ad esempio una tua attività cerca di parlare con qualcuno che sia un professionista in quel campo.

Circondati sempre delle “giuste” persone.

 

9) Raggiungere un obiettivo: Frazionabile in sotto-obiettivi

Ecco l’ultimo punto per raggiungere un obiettivo. Più il tuo obiettivo sarà ambizioso e più sarà necessario definire dei sotto-obiettivi. Ecco un buon modo per raggiungere un obiettivo: “farlo a pezzetti”. I sotto-obiettivi sono fondamentali perché ti permetteranno di avere sempre un obiettivo a portata di mano, raggiungibile.

Ti consentiranno sempre di sapere dove sei e quanto ti manca al prossimo sotto-obiettivo e alla meta finale. Il sotto-obiettivo ti permetterà di focalizzarti sempre e solo su un singolo passo alla volta, sgombrando la mente da tutto il resto. Immaginati una lunghissima scalinata. Non riesci neppure a vedere l’ultimo scalino da quanto è ripida e lunga, puoi solo immaginarlo. Non lo vedi perché troppo lontano ma sai che lassù in cima c’è il tuo sogno. Quello che vedi sono invece i singoli gradini, i sotto-obiettivi che hai davanti a te, che uno dopo l’altro, ti porteranno in vetta. Ogni tanto guardati pure indietro perché così facendo aumenterai la tua consapevolezza di quanta strada hai già fatto. Ecco come raggiungere un obiettivo: passo dopo passo.

Una volta definito il tuo obiettivo ricordati di avere sempre un approccio flessibile. Se da un lato è fondamentale essere assolutamente rigidi nel mantenersi centrati sull’obiettivo dall’altro lato è indispensabile essere flessibili nei modi per raggiungerlo. Quando fissi il tuo obiettivo è probabile che molte variabili in gioco possano subire variazioni, è possibile che nuove informazioni ti facciano modificare il percorso, le modalità con cui seguirai la tua strada; ma l’obiettivo è quello, sempre quello!

Se credi che non sia importante definire bene un obiettivo, sappi che sarà difficile che tu riesca a trasformare i tuoi pensieri in qualcosa di più concreto.

Firma Marco Little UYM

Articolo Raggiungere un obiettivo – Foto tratta da www.stockmonkeys.com

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

IL TUO LIBRO 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22 passi thumb 8

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Ultimi post di Marco Cammilli (vedi tutti)

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

7 commenti
  1. roby
    roby dice:

    Tutto molto vero. Tuttavia dobbiamo scindere gli obiettvi ns. personali
    dagli obiettivi aziendali siano essi caduti dall’ alto oppure frutto del
    ns. pensiero. Gli obiettivi aziendali DEBBONO essere misurabili e raggiungibili. Il ” misurabili ” è estremamente importante ma entrambi
    sono indspensabili. Spesso gli obiettivi sono legati a cospicui bonus,
    la corretta misurazione è imprescindibile. All’ interno di Stato e parastato talvolta vengono assegnati obiettivi ” generici ” del tipo ” aumentare la sddisfazione del cliente “. Ottimo obiettivo peccato che non
    vengano predisposti strumenti efficaci di misurazione.
    Genericamente dobbiamo anche dire come spesso si confondano gli obiettivi
    con i Mezzi necessari x raggiungerli. Un famoso filosofo greco ne ha data una chiara definizione, peccato che non mi ricordi il nome…..

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Roby, nel post ho affrontato gli aspetti del “misurabile e raggiungibile”, a cui fai riferimento, nei punti 1 e 4.
      Per quanto riguarda la differenza tra obiettivi e mezzi è proprio vero, a volte capita di confonderli. Consiglio sempre di tenere a mente che:
      – l’obiettivo è rappresentato dal posto che vuoi raggiungere, il DOVE.
      – il mezzo è dato invece dallo STRUMENTO che vorrai utilizzare per raggiungere quel posto.
      Ti ringrazio del commento.
      Marco.

      Rispondi
  2. Wisteria
    Wisteria dice:

    … e pensare che credevo di cavarmela con qualche idea vaga in mente. 🙂
    A parte gli scherzi, bel post con una chiara lista di cose da definire per raggiungere i propri obiettivi. Sinceramente credo di metterne in pratica solo 3. Adesso però ho le idee molte chiare su come definire i miei prossimi obiettivi!
    Grazissimissime.

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Wisteria, credo che siamo in molti a mettere in pratica solo alcuni dei punti indicati nel post. Sono convinto che, in buona parte, sia semplicemente dovuto al fatto che non abbiamo le idee chiare su come definire l’obiettivo. Adesso però non abbiamo alibi! 🙂
      Grazie del tuo commento.
      A presto. Marco.

      Rispondi
  3. Ringhio70
    Ringhio70 dice:

    Bell’analisi sulla definizione di obiettivo. Mi sono tristemente reso conto di seguire pochissimi punti della preziosa lista che hai messo a disposizione. Ho da un paio di anni un obiettivo in mente che porto avanti lentamente, spesso rimandando e seguendo strade e strategie tutt’altro che chiare. Adesso faccio il punto della situazione per ripartire con più lucidità e motivazione.

    Ciao.

    Ringhio70

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Ringhio70, proprio con Wisteria stavamo riflettendo sul fatto che la maggior parte delle persone mettono in pratica solo pochi punti. Leggo con piacere che, dopo la lettura del post, farai il punto della situazione sul tuo obiettivo.
      Mi farebbe davvero piacere avere poi un tuo riscontro in merito.
      Grazie e a presto. Marco.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.