Come trattare gli altri un libro che cambia la vita - uym

Come Trattare gli Altri e Farseli Amici è uno di quei libri che a distanza di molti anni continuano ad essere tra i più veduti nella categoria di self-help e crescita personale.

Come Trattare gli Altri e Farseli Amici è stato pubblicato 82 anni fa e nonostante questo i consigli dell’autore Dale Carnegie hanno un immediato e pratico utilizzo in ogni aspetto della nostra vita: lavoro, casa, negli affari e nei rapporti interpersonali di ogni genere.

Il libro, a pochi mesi dalla sua pubblicazione, ebbe ben 17 ristampe.

E come può un’opera avere un successo così duraturo?

Il motivo è semplice, riesce a rispondere in maniera immediata e concreta a una necessità che accomuna ognuno di noi: migliorare la qualità della nostra vita attraverso la capacità di trattare con gli altri.

Secondo Dale Carnegie il modo con cui gestiamo i rapporti interpersonali cambia radicalmente il benessere all’interno della nostra vita.

 

“Molte delle cose importanti nel mondo sono state realizzate da persone che hanno continuato a provare quando non sembrava esserci speranza alcuna.” (Dale Carnegie) Click to Tweet

 

Come Trattare gli Altri e Farseli Amici – Dale Carnegie

Come trattare gli altri un libro che cambia la vita - Dale Carnegie - uym

Come trattare gli altri un libro che cambia la vita – Dale Carnegie – uym

Chi è il suo autore?

Com’è riuscito a scrivere un libro (e non solo questo) capace di essere considerato nel suo ambito a distanza di tanti anni una pietra miliare?

Dale Carnegie aveva da giovane un sogno ben preciso, voleva diventare uno scrittore.

Per tutta una serie di motivi e decisioni si ritrovò però a frequentare l’Accademia americana di arti drammatiche.

Il sogno di scrittore era stato accantonato per questa nuova avventura che però si concluse dopo pochi spettacoli itineranti lasciandolo disoccupato e senza un dollaro in tasca.

Fu proprio in questo periodo di difficoltà che iniziò a maturare l’idea di poter aiutare gli altri ad affrontare una delle principali paure insite nelle persone: parlare in pubblico.

Gli studi all’Accademia di arti nonostante lo avessero portato a rimanere senza lavoro gli avevano sicuramente fornito ottimi strumenti su come affrontare il pubblico.

Era convinto della validità della sua idea in quanto pareva rispondere in maniera molto precisa a un problema comune alla stragrande maggioranza delle persone.

Era invece meno convinto di riuscire a persuadere il manager della YMCA a fargli tenere il corso.

Nonostante le diffidenze iniziali del manager riuscirono a trovare un punto d’incontro: 80% al manager e il 20% a lui.

Durante la sua prima sessione, probabilmente per aver calcolato male i tempi, Carnegie rimase a corto di materiale e per cercare di portare avanti comunque il corso chiese a ogni partecipante di parlare di qualcosa che li faceva particolarmente arrabbiare.

Quello che doveva essere un modo, se pur interessante, di riempire il tempo mancante alla conclusione del corso ebbe un riscontro inaspettato, Carnegie scoprì di aver sollevato grande interesse.

Persino i partecipanti più timidi riuscivano a parlare davanti agli altri senza timori e ansie.

Sembra sia stato proprio questo ad aiutare Dale Carnegie a focalizzarsi su quello che era il desiderio di ogni americano e non solo: avere maggiore fiducia nelle proprie capacità. In breve si accorse di aver toccato il tasto giusto.

II risultati furono immediati: Carnegie nel 1914 arrivò a guadagnare l’equivalente attuale di circa 10.000$ a settimana.

Molto al di là delle sue più rosee aspettative.

 

Potete farvi più amici in due mesi mostrando interesse per gli altri di quanti vi riesca di farne in due anni tentando di indurre gli altri ad interessarsi a voi. (Dale Carnegie) Click to Tweet

 

Come trattare gli altri e farseli amici: un successo mondiale

 

Per un po’ aveva creduto che nel cassetto giacesse ormai niente più di un sogno polveroso ma non fu così.

Il fatto che i suoi corsi avessero avuto un ottimo riscontro di pubblico lo aiutò a stringere un accordo con la casa editrice Simon & Schuster.

Nel 1936 Dale Carnegie riuscì infine a coronare il sogno di diventare uno scrittore pubblicando “How to Win Friends and Influence People” (Come trattare gli altri e farseli amici).

Dale Carnegie credeva nel buon esito del progetto ma mai avrebbe pensato che il suo il libro diventasse immediatamente un best-seller a livello mondiale.

Dale Carnegie continuò ad investire sui corsi di formazione aiutando le persone ad esprimere al meglio il proprio potenziale e il successo fu tale che decise di ampliare il proprio raggio d’azione
dando vita a quella che oggi è una delle più importanti aziende al mondo di formazione: la Dale Carnegie Training.

Sono passati 82 anni dalla sua prima pubblicazione e questo libro è considerato tutt’oggi una colonna portante della crescita personale e continua ad essere tra i libri più letti di sempre.

 

Qualsiasi stupido può criticare, condannare e lamentarsi - e molti stupidi lo fanno.” (Dale Carnegie) Click to Tweet

 

Come trattare gli altri e farseli amici

Come trattare gli altri - un libro che cambia la vita - Libro - UYM

Come trattare gli altri – un libro che cambia la vita – Libro – UYM

Uno degli aspetti che apprezzerai fin da subito nella lettura del libro è la poca teoria e la molta pratica.

Carnegie si accorse che le persone non avevano bisogno di lezioni di retorica ma piuttosto di praticità, necessitavano insomma di un aiuto per sviluppare in maniera pratica la capacità di relazionarsi con le persone.

Un altro aspetto che mi ha sempre affascinato di questo libro è il modo con cui è stato scritto.

Si percepisce che quelle pagine e contenuti sono il risultato di un lavoro meticoloso e molto approfondito.

Carnegie infatti non si limitò a scrivere tutto ciò che aveva appreso nel corso degli anni, voleva dare di più.

A questo scopo lesse “tutto” il materiale possibile e immaginabile, tutto ciò che potesse rendere quanto più completo e concreto il suo libro.

Si mise così a setacciare ogni rivista, quotidiano, resoconto giudiziario, opere di antichi filosofi e moderni psicanalisti.

Certo è che da solo non riusciva più a gestire tutta quella mole di lavoro che lo assorbiva praticamente 24 h su 24 h.

Assunse così una persona che lo aiutasse a scovare tutto quel materiale che gli era sfuggito, che non era stato in grado di leggere.

Carnegie però non volle accontentarsi sentiva di dover aggiungere altro.

Ecco che mise sotto la lente d’ingrandimento personaggi famosi, da Giulio Cesare a Thomas Edison.

Per non parlare dei numerosi anni di studi che Dale Carnegie dedicò ad Abraham Lincoln.

Di Theodore Roosevelt ad esempio lesse circa un centinaio di biografie e come Dale Carnegie stesso scrive nel libro “Eravamo decisi a non risparmiare né tempo né fatica né quattrini per riuscire a scovare ogni possibile idea che la gente potesse usare per farsi amici e avere influenza sugli altri.”

Ma questo ancora non gli bastava.

Si mise quindi ad intervistare inventori famosi quali Marconi ed Edison, politici come Roosevelt e star del cinema come Clark Gable.

Obiettivo di questi incontri era sempre lo stesso: capire le tecniche che usavano per gestire i rapporti interpersonali.

 

 

“Inizia con elogi e onesto apprezzamento. Richiama l’attenzione sugli errori altrui indirettamente. Parla dei tuoi stessi errori prima di criticare le altre persone. Poni delle domande invece di dare ordini diretti… Rendi le mancanze facili a correggersi. Fai in modo che gli altri siano felici di fareciò che suggerisci.” (Dale Carnegie)

 

Come Trattare gli Altri e Farseli Amici: perché dovresti leggerlo e rileggerlo e…

Sicuramente il numero di copie e le infinite ristampe dovrebbero farci capire che stiamo parlando di un libro di grande rilievo nel panorama della crescita personale e non solo.

Quando leggi quelle pagine hai subito la sensazione che stai toccando con mano le reali esperienze di centinaia di persone.

Leggendolo ti accorgi che il modo di parlare con gli altri ci permette di aprire porte o ergere muri.

Se vuoi gestire al meglio la comunicazione con le persone “Come Trattare gli Altri e Farseli Amici” è un ottimo libro, un validissimo manuale che ti aiuterà attraverso esempi concreti a comunicare in modo chiaro e persuasivo.

A chi non è mai successo di tradurre in parole i propri pensieri senza riuscire ad ottenere ciò che vuole?

Dobbiamo sviluppare la capacità di trasformare ciò che pensiamo in parole chiare ed efficaci.

“Come Trattare gli Altri e Farseli Amici” deve essere considerato un vero e proprio manuale da leggere e rileggere ogni qualvolta senti il bisogno di riportare alla memoria alcuni concetti e meccanismi.

Nel libro non ci sono mai divagazioni teoriche né capitoli che affrontano la comunicazione da un punto di vista psicologico.

Ogni pagina è scritta con uno stile colloquiale e contiene preziosi e pratici consigli da poter utilizzare ogni giorno nella vita privata così come in quella lavorativa.

 

Come Trattare gli Altri e Farseli Amici: gli 8 capitoli principali

Per darti un’idea del contenuto del libro riporto di seguito gli 8 capitoli principali:

 

  1. Rinnova gli schemi mentali, pensa in modo nuovo, apriti a nuovi orizzonti, scopri nuove possibilità.

  2. Costruisci amicizie facilmente e rapidamente.

  3. Aumenta la tua popolarità.

  4. Convinci gli altri a pensarla come te.

  5. Aumenta il tuo potere di persuasione.

  6. Accogli le proteste, evita le discussioni, rendi gradevoli i tuoi rapporti sociali.

  7. Diventa un buon parlatore e un piacevole conversatore.

  8. Suscita entusiasmo intorno a te.

 

Ogni volta che puntiamo l’attenzione su un libro viene naturale chiedersi: “Mi aiuterà concretamente?” – “Funzionerà o non funzionerà?” – “Sarà una perdita di tempo oppure mi sarà effettivamente utile?”

Conoscere a priori la risposta è impossibile.

Detto questo però possiamo valutare le recensioni, l’ effetto che ha avuto su gli altri.

Nel caso volessimo dare una chance a questo libro proviamo a chiederci in che modo potrebbe migliorare il nostro benessere se volessimo realmente sviluppare i suoi 8 punti?

In che modo potrebbero svilupparsi i tuoi rapporti in ambito lavorativo e privato se potessi “aggiustare il tiro” nella comunicazione?

Ho letto e riletto questo libro, ora sono alla quarta volta e continuo a trovare decisamente utile quanto vi trovo scritto e per niente scontato.

Sono convinto che il contenuto di “Come Trattare gli Altri e Farseli Amici” possa essere utile anche a te.

Ovviamente come dico spesso non basterà una lettura veloce per far sì che principi e consigli presenti nel libro possano in qualche modo dare i loro frutti.

È un libro il cui contenuto è da mettere in pratica fin dalla prima pagina e… quale miglior campo di prova se non nel quotidiano?

Tienilo sulla tua scrivania, sul comodino, a portata di mano, perché solo con una costante applicazione è possibile trasformare i suoi principi in efficaci abitudini.

 

“Quando trattiamo con la gente, ricordiamo che non stiamo trattando con persone dotate di logica. Noi stiamo trattando con creature dotate di emozioni, creature agitate da pregiudizi e motivate dalla superbia e dalla vanità.” (Dale Carnegie)

 

Per concludere

Il mio consiglio è quello di farti affascinare dal contenuto del libro e di mettere in pratica i suggerimenti inseriti negli aneddoti.

Ti verrà quindi suggerito di affrontare con approccio diverso alcune situazioni rispetto a come sei solito
fare.

Ti troverai sicuramente fuori dalla tua zona di comfort ma è proprio oltre questo confine che possiamo imparare a fare di più e meglio.

Questo libro non è una bacchetta magica ma se affronterai questo percorso nel modo giusto saprà darti grandi soddisfazioni.

 

Buona lettura e buona applicazione!

 

 

Firma Marco Little UYM

Articolo Come trattare gli altri e farseli felici – Dale Carnegie  – Immagini di pubblico dominio tratte da Pixabay

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

LA MIA COPIA 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22-passi-thumb-UYM3

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.