Non ho voglia di fare niente = Apatia

Non ho voglia di fare niente - apatia - uym

Non ho voglia di fare niente, non ho voglia di fare niente di niente!

L’apatia la possiamo riassumere con una semplice frase: “Non ho voglia di fare niente”. Il termina apatia deriva dal greco a-pathos che letteralmente significa privo di emozioni. Si tratta quindi dell’assenza di motivazione, passione e desiderio.

A tutti capitano momenti in cui vorremmo staccare la spina, ritrovare uno spazio tutto nostro privo di quel “rumore costante” che ogni giorno attraversa le nostre vite. Cosa succede però se rimaniamo in questo stato troppo a lungo?

Quando ci sentiamo svogliati e demotivati tendiamo a rimanere indifferenti alle varie situazioni con le quali entriamo in contatto durante la giornata. Ci muoviamo al rallentatore e ciò che prima generava in noi interesse e particolari stati emotivi non ha più alcun effetto. Con un sonoro sbuffo esterniamo quel pensiero: “Non ho voglia di fare niente!”

Tengo a precisare che non sto parlando di forme patologiche di apatia ma di mancanza di motivazione, appunto della cosiddetta voglia di non fare niente.

 

Non ho voglia di fare niente - stanchezza - uym

Non ho voglia di fare niente – stanchezza – uym

Apatia: non ho voglia di fare niente

Suona la sveglia e dato che il nostro livello di energia è pari a quello di un orso in letargo ci alziamo e ci prepariamo alla “moviola”. Sguardo vacuo e i soliti pensieri attraversano la nostra mente senza riuscire ad afferrarne uno. Ci muoviamo come fossimo degli automi e ci sentiamo degli estranei rispetto a ciò che ci circonda.

Oggi però avere anche solo il pensiero del “Non ho voglia di fare niente” è visto come una débâcle, una sconfitta. Sì, perché mentre tutto attorno a te continua con la sua routine a velocità sostenuta tu non sei in grado di reggere tutto questo. La sensazione è quella di sentirsi in difetto, di non farcela, di non essere all’altezza degli altri. Loro riescono e tu no. Loro fanno e tu no. Loro reggono tutto questo e tu no.

Aspetta un attimo però…

 

“Non ho voglia di fare niente”: un messaggio da ascoltare?

E se l’apatia fosse qualcosa da ascoltare anziché scacciare?

Se quel “Non ho voglia di fare niente” non fosse un pensiero che mina il nostro benessere quanto invece un messaggio inviato dalla nostra mente-corpo? Qualcosa del tipo: “Ti prego, fermati un attimo. Ritagliati un momento per trovare un po’ di quiete, sia fuori che dentro di te. Allontana per un attimo tutte le sollecitazioni che ti arrivano dal mondo esterno.”

Fermati allora, prendi un poco di tempo per te e solamente per te. Potresti fare una breve passeggiata così come gettarti sul letto. L’importante è che questo momento non subisca interferenza alcuna. Svuota la mente da tutto quel “rumore di fondo” che ogni giorno, ogni istante ti circonda. Allontana dai tuoi pensieri ogni preoccupazione e tensione. Ricerca uno stato di vuoto ma anche di benessere in cui solo tu sei presente.

Nel momento in cui ti sei liberato dei soliti pensieri devi decidere in che modo riempire quel vuoto. Cosa ti piacerebbe fare, quale attività potrebbe darti nuovi stimoli? Forse c’è qualcosa che avresti sempre voluto fare ma poi tra i mille impegni e la rimandite non hai mai fatto.

È giunto il momento di riappropriarsi del tempo, è giunto il momento di riappropriarsi della propria vita. Quel “Non ho voglia di fare niente” sarà solo un ricordo.

 

“Degli scienziati hanno annunciato oggi di aver scoperto una cura per l’apatia. Tuttavia, dichiarano che nessuno ha mostrato il minimo interesse per la scoperta.” (George Carlin)

 

Apatia e attività ripetitive poco stimolanti

Svolgere attività ripetitive e poco stimolanti così come avere scarse interazioni sociali, porta nel lungo andare a sviluppare apatia. Detto questo è anche vero che l’apatia non è un qualcosa insisto nelle cose, nelle persone e nel mondo che ci circonda.

L’apatia è un qualcosa che noi proviamo, che è dentro di noi.

Questa riflessione ci aiuta a capire che quel “Non ho voglia di fare niente” è responsabilità nostra. Siamo noi ad avere le redini per gestire al meglio questa situazione. Se aspettiamo quindi che sia il mondo che ci circonda a cambiare per farci tornare motivazione e passione nella vita di tutti i giorni siamo in un bel guaio. Perché? Perché è molto probabile che nulla succederà.

Vediamo allora cosa possiamo fare per ritrovare gli stimoli perduti.

 

Non avere voglia di fare niente - Darsi uno scossone - uym

Non avere voglia di fare niente – Darsi uno scossone – uym

Non ho voglia di fare niente: ritrovare gli stimoli perduti

Siamo talmente occupati da ciò che dobbiamo fare che non riusciamo neppure a ritagliarci un poco di spazio e tempo per ciò che ci piace fare.

“Non ho tempo per fare qualcosa di diverso da quello che faccio e niente mi attrae, niente mi stimola.”

Non hai idea di cosa ti possa piacere? Nulla che possa regalarti divertimento ed entusiasmo?

Abbiamo due principali problemi contro i quali lavorare per allontanare l’apatia: si tratta del tempo e degli interessi.

Il tempo lo devi trovare, è la “conditio sine qua non”, non hai alternative.

La buona notizia è che il tempo lo abbiamo, è solo che buona parte di questo lo gettiamo via in attività inutili, davvero poco produttive o scarsamente entusiasmanti.

Sii sincero con te stesso, nell’arco di una settimana non hai davvero un paio d’ore per fare qualcosa che possa davvero piacerti? Una qualunque attività che sia in grado di stimolare stati emotivi positivi, che sia capace di migliorare il tuo benessere fisico e mentale? Se non hai voglia di fare niente è perché non sei mai entrato in contatto con qualcosa che ti sia davvero piaciuto.

La scusa della mancanza di tempo è un po’ che te la racconti, adesso è giunto il momento di cancellare questa menzogna.

Il punto è che siamo abituati a stare seduti, o perché no sdraiati sul divano, a guardare la televisione. Poi dopo 3 ore la spegniamo e andiamo a letto. Quante ore gettiamo al vento nei nostri salotti?

La mancanza di interessi crea senza alcun dubbio il facile percorso per cadere nella noia e nell’apatia.

A volte i cambiamenti ci portano a dover eliminare certi interessi, attività non non più compatibili con i nuovi orari e ritmi di vita. Che fare allora? Semplice, dobbiamo cercare nuovi stimoli.

Lo devi fare, non hai scuse, perché se abbandoniamo questi momenti che ci appassionano, a lungo andare c’è il concreto rischio di perdere entusiasmo per ogni cosa.

 

“Le persone che mi fanno più tristezza sono quelle che una volta sapevano cosa fosse la profondità, ma poi hanno perso o sono diventate insensibili al senso della meraviglia, quelle che hanno sentito le proprie emozioni andarsene via e non gliene è importato niente.” (Douglas Coupland)

 

Non ho voglia di fare niente - sperimentare - uym

Non ho voglia di fare niente – sperimentare – uym

Non ho voglia di fare niente… sicuro?

Accantona il pensiero “Non ho voglia di fare niente”. Te lo stai ripetendo da così tanto tempo che cominci a crederci davvero. Non è così, non è vero che “Non hai voglia di fare niente” la realtà è che “Non hai voglia di fare quello che stai facendo”. E questa è tutta un’altra storia.

Ecco allora che non dobbiamo fare altro che sperimentare, una splendida parola da tenere sempre bene a mente.

Forse alcune cose non potrai cambiarle nell’immediato ma molte altre sì, per cui partiamo proprio da queste.

 

Il segreto è sperimentare

Ecco il modo più efficace per debellare il “Non ho voglia di fare niente”.

Proviamo a pensare alle attività sportive. Se sei tra coloro che non praticano sport perché non ti piacciono t’invito a riflettere su quest’aspetto perché forse le cose non stanno proprio così come credi. Dico questo perché spesso pensando ad attività sportive ci vengono in mente le solite 10 discipline.

È difficile stilare una lista completa di tutti gli sport però se provi a cercare un po’ sul web potrai renderti conto che è molto lunga. Quanti? Non saprei, forse 400 o 500. Ci sono attività sportive in tutte le salse, per tutti i gusti e per tutte le età e perché no, per tutte le tasche.

Possibile che non ce ne sia neppure una che presenti i tre requisiti sopra esposti?

“È vero sono tantissime… il punto è che non mi piace lo sport in generale.”

Capita spesso di incrociare persone con questo pensiero… che però non ha molto senso. Motivo? Come puoi fare di tutta l’erba un fascio? Siccome non ti piace il calcio, la pallanuoto, il ciclismo e il basket allora hai escluso tutto il mondo dello sport? Con il passare degli anni ti sei convinto di essere una persona a cui non piace lo sport in generale. Sciocchezze! Probabilmente non vuoi impegnarti.

Forse ci sono delle cattive abitudini che hanno preso il sopravvento e non riesci a neutralizzarle? Sei diventato una persona particolarmente sedentaria? In questo caso t’invito a leggere quest’articolo: “Come eliminare le cattive abitudini.”

Ascolta il mio consiglio, prova varie attività sportive perché solo toccando con mano puoi capire cosa ti piace e cosa no. Non essere prevenuto dando giudizi su sport che non hai mai praticato. Provali e poi decidi. Forse ti hanno sempre affascinato le arti marziali ma hai sempre trovato qualche scusa per non praticarle.

Non ho voglia di fare niente - ritrovare la motivazione - uym

Non ho voglia di fare niente – ritrovare la motivazione – uym

Quando troverai l’attività sportiva che ti piace, perché sarà così, scommetto che il tempo per praticarla non sarà più un problema.

Ti piacerà così tanto che troverai il modo e il tempo per dedicartici ancora di più. Quelle due ore a settimana, che sei riuscito a recuperare con grande difficoltà, diventeranno quattro o più. Il weekend anziché alzarti alle 09.30 salterai giù dal letto alle 07.00 per ritagliarti un’altra ora per te stesso e per ciò che ti piace. L’entusiasmo ti prenderà a tal punto da modificare se non la tua vita almeno i tuoi stati d’animo e quel “Non ho voglia di fare niente” sarà acqua passata.

“Marco, ma com’è possibile tutto questo? Se non avevo tempo prima non ce lo avrò neppure ora.”

Quando troviamo qualcosa che ci appassiona davvero facciamo i salti mortali per dedicare quanto più tempo possibile.

 

 

Se vuoi realmente fare qualcosa troverai il modo… Se non vuoi veramente troverai una scusa. (Jim Rohn) Click to Tweet

 

 

Ovviamente non esiste solo lo sport. Cosa te ne pare d’imparare a suonare uno strumento musicale? Dipingere? Un corso di teatro, di fotografia o di ballo? Imparare una nuova lingua straniera? Sviluppare un progetto online? Prendere spunto da libri che trattano argomenti per te nuovi o poco conosciuti? L’importante è avere interessi!

 

 

 

Per concludere

Hai solo l’imbarazzo della scelta… ma devi scegliere perché il tempo passa , la vita è una sola e tu ne hai bisogno adesso, non domani.

Di “domani” è già piena la tua vita, non aggiungerne altri. Domani è già tardi.

Fai in modo che quel “Non ho voglia di fare niente” sia solo un ricordo.

 

“Non avere niente che ci infiammi e ci sproni, niente che metta alla prova la nostra fermezza d’animo con le sue minacce e i suoi assalti, ma giacere in una tranquillità imperturbata non è quiete: è apatia.” (Lucio Anneo Seneca)

 

Fai nuove esperienze, piccole o grandi che siano, perché solo così potrai capire ciò che ti appassiona davvero e che ti fa sentire vivo. Non aspettare di arrivare a fine corsa per riempire di rimpianti gli ultimi attimi. Non farti fregare dal pensiero “Non ho voglia di fare niente”

Fallo adesso però, appena finito di leggere l’articolo. Potresti anche decidere di farlo domani ma… se pensi di migliorare la qualità della tua vita continuando a procrastinare molto probabilmente significa che ben poco vorrai cambiare e che ben poco cambierà.

Voglio concludere quest’articolo con una splendida frase del filosofo e poeta Henry David Thoreau: “Vivere con saggezza, vivere in profondità e succhiare tutto il midollo della vita, per sbaragliare tutto ciò che non era vita e non scoprire, in punto di morte, di non aver vissuto”.

 

Firma Marco Little UYM

Articolo Non ho voglia di fare niente: Apatia – Immagini pubblico dominio

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

LA MIA COPIA 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22-passi-thumb-UYM3

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

2 commenti
  1. Danilo
    Danilo dice:

    Giustissimo. Infatti Anthony Robbins dice:”Non esistono persone demotivate. Ma solo persone che non hanno obiettivi motivanti”. Per vincere l’apatia l’unica cosa da fare è porsi un obiettivo, uno scopo che ci motivi e ci appassioni

    Rispondi
    • Marco Cammilli
      Marco Cammilli dice:

      Ciao Danilo, è proprio vero. Nel momento in cui troviamo uno scopo questo ci porta ad agire e ci fa sentire vivi.
      L’unico modo per trovare questo scopo è sperimentare, sperimentare e sperimentare ancora. 🙂
      Grazie del commento

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *