Il significato della vita spiegato con un vaso e dei sassi - uym

Con l’articolo di oggi voglio parlarti del significato della vita, spiegandolo con… un vaso e dei sassi.

Ti garantisco che nonostante possa sembrare un argomento astruso non lo è affatto.

Voglio raccontarti di una storia che in maniera chiara e semplice c’insegna un aspetto fondamentale delle nostre vite: il Tempo.

Lo fa in maniera inusuale, profonda e incredibilmente efficace.

 

Il significato della vita spiegato con un vaso e dei sassi

La gestione del tempo è un aspetto che riguarda tutti e da molto vicino.

Sia nella vita lavorativa che privata infatti abbiamo bisogno di sfruttarlo al meglio e il motivo è sempre il solito: è limitato.

Questa volta però non voglio parlarti di qualche tecnica particolare per sfruttarlo al meglio ma di un aspetto talmente fondamentale che se vuoi avere una vita serena non puoi farne a meno.

Se per qualche motivo infatti non ti sei mai soffermato a riflettere su ciò che troverai nell’articolo è molto probabile che tu stia gettando la tua vita.

E non scherzo.

 

 

Ho sciupato il tempo, e ora il tempo sciupa me. (W.Shakespeare) Click to Tweet

 

Il significato della vita: il professore e l’insolito esperimento

Tempo fa un anziano professore fu contattato per tenere una lezione di formazione a un gruppo di dirigenti di alcune importanti aziende.

L’argomento era incentrato su un aspetto molto rilevante con il quale i dirigenti si trovavano ad avere a che fare ogni giorno: la “Pianificazione efficace del tempo“.

Per un dirigente è molto importante capire quale sia il modo migliore per sfruttare al meglio le 24 ore che ogni giorno abbiamo a disposizione.

La gestione del tempo però non riguarda solamente l’aspetto lavorativo.

Ognuno di noi sa bene infatti come un gestione efficace del tempo abbracci anche la vita privata e l’intera nostra esistenza.

Ecco il motivo per cui ti racconto questa storia.

Il corso era strutturato in cinque lezioni e quel giorno il professore aveva a disposizione un’ora per trattare l’argomento.

Il professore era un esperto della materia per cui i dirigenti erano pronti con carta e penna alla mano per per fissare al meglio i suoi suggerimenti.

Il professore li guardò uno ad uno, lentamente, poi disse: “Adesso faremo un esperimento”.

Da sotto il tavolo, da cui stava tenendo la lezione, estrasse un grosso recipiente di vetro.

Lo mostrò ai dirigenti e lo posò sul tavolo.

Poi tirò fuori una dozzina di sassi e uno alla volta li pose all’interno del recipiente.

 

 

Non rimpiango le persone che ho perso col tempo, ma rimpiango il tempo che ho perso con certe persone, perché le persone non mi appartenevano, gli anni sì. (Carl Gustav Jung) Click to Tweet

 

 

Una volta riempito si rivolse ai dirigenti e chiese: “Questo vaso è pieno?”

Tutti risposero di sì.

Il professore attese un attimo e poi aggiunse “Siete sicuri?”.

Non fece in tempo a terminare la domanda che estrasse da sotto il tavolo un altro contenitore pieno di ghiaia.

Versò i sassolini nel grosso recipiente e scuotendolo i dirigenti osservarono come la ghiaia andasse a occupare gli spazi vuoti tra i grossi ciottoli.

Il professore a quel punto osservò nuovamente i dirigenti e le loro facce incuriosite. “Adesso è pieno?” chiese.

Uno dei dirigenti rispose: “Probabilmente no…”

“Bene.” aggiunse il professore.

A quel punto i dirigenti non avevano dubbi, il professore avrebbe aggiunto qualcos’altro dentro il vaso.

E così fece.

Prese un secchiello di sabbia da sotto il tavolo e con delicatezza lo versò andando a colmare gli interstizi tra i grossi sassi e la ghiaia.

Il professore a quel punto domandò ancora una volta: “Questo vaso è pieno?”

“No.” risposero questa volta con sicurezza i dirigenti.

“Molto bene.” aggiunse il professore.

Li guardò ancora una volta e avvicinò a sé la brocca d’acqua situata sul tavolo dei dirigenti.

La versò nel grosso vaso aggiungendola quindi ai grossi sassi, alla ghiaia e alla sabbia.

L’anziano professore alzò allora gli occhi verso il gruppo e domandò: “Quale grande verità ci dimostra questo esperimento?”

Uno dei dirigenti pensando all’argomento del corso prese la parola: “Dimostra che anche quando si crede che la nostra agenda sia completamente piena, possiamo aggiungere altri appuntamenti, altre cose da fare.”

“No” rispose il professore “Non è questo. Il vaso è la nostra vita e se non mettiamo per primi i sassi più grossi non ce li faremo entrare mai”.

Ci fu un profondo silenzio mentre ognuno dei dirigenti prendeva consapevolezza di quell’affermazione.

Il professore allora aggiunse: “Quali sono i sassi più grossi della vostra vita? La vostra salute? Il vostro partner? I vostri figli? Le vostre amicizie? Realizzare i vostri sogni? Quello che dobbiamo ricordarci è l’importanza di mettere per primi nella propria vita i sassi più grossi perché non saremo in grado di aggiungerli in un secondo momento. Se diamo priorità alle minuzie come la ghiaia e la sabbia ci riempiremo la vita di inezie e non avremo a sufficienza quel tempo prezioso che potremmo invece consacrare alle cose realmente importanti.”

 

La cosa più preziosa che puoi ricevere da chi ami è il suo tempo. Non sono le parole, non sono i fiori, i regali. È il tempo. Perché quello non torna indietro e quello che ha dato a te è solo tuo, non importa se è stata un’ora o una vita. (David Grossman)

 

 

Filmato: Il significato della vita

Ricordo la prima volta che ho sentito questa storia durante un corso di formazione di parecchi anni fa.

Mi piacque tantissimo e ancora oggi continua a richiamare alla mente in maniera semplice, chiara ed efficace quali sono le priorità della mia vita.

Voglio mostrarti un filmato che coinvolge un professore, la sua classe di alunni ed un’insolita lezione.

 

 

 

Ami la vita? Allora non sciupare il tempo, perché è la sostanza di cui la vita è fatta. (B.Franklin) Click to Tweet

 

E adesso?

Dopo aver letto questa storia ti chiedo quindi: “quali sono i sassi più grossi della tua vita?”

Nel momento in cui troverai la risposta dovrai rovesciare tutto quel vaso pieno di sassolini e sabbia e potrai riempirlo con le cose realmente importanti per te.

Su ciò che abbiamo fatto o detto non possiamo più intervenire ma da ADESSO in poi le cose possono cambiare… se vogliamo.

Rifletti su quali sono le cose per le quali la tua vita assume un significato chiaro e profondo.

Per aiutarti ti pongo una domanda che ti aiuterà a distinguere ciò che conta da ciò che è superfluo.

“Quali sono le cose per cui, se anche tutto il resto andasse perduto e solo queste rimanessero, la tua vita continuerebbe ad essere piena? Tutto il resto è sabbia e ghiaia.”

Una volta che avrai risposto a questa domanda la foschia che t’impedisce di vedere le cose in maniera chiara si sarà completamente dissolta.

A questo punto ti accorgerai che la Vita è “solo” una questione di priorità.

 

Firma Marco Little UYM

Articolo Il significato della vita – Immagini di pubblico dominio tratte da Pixabay

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

IL TUO LIBRO 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22 passi thumb 8

 

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.