La Felicità è un viaggio o una meta?

La Felicità è un viaggio - uym

La Felicità è un viaggio oppure un meta?

È una domanda che mi sono fatto spesso e che voglio porti.

Tu cosa rispondi in merito?

Ho la sensazione che quasi sempre facciamo l’errore di attendere che succeda una certa cosa per ritenerci soddisfatti e felici della nostra vita.

In questi giorni mi è capitato sottomano una breve riflessione e voglio fartela leggere.

Con esempi pratici ci ricorda che siamo sempre proiettati nel futuro, in attesa che si verifichi una certa condizione per essere finalmente felici.

Ma è davvero così?

La Felicità è un viaggio oppure un meta?

 

La Felicità è un viaggio o una meta?

Il punto è che ci comportiamo come se questa fosse la giusta via da seguire, senza accorgerci che ciò che ci rendeva felici è già stato sostituito dalla mancanza di qualcos’altro.

Mi torna alla mente l’interessante intervista ad Assunta Corbo nella quale l’autrice vuole sottolineare come la vera felicità è nel riconoscimento di ciò che siamo e che abbiamo oggi, nel qui ed ora.

Prova a riflettere un attimo, se non riusciamo ad essere felici in questo preciso istante di ciò che abbiamo, cosa ci fa pensare di poterlo essere quando raggiungeremo quel qualcosa che ancora ci manca?

Porta la tua mente nel passato, quante volte hai pensato “Potrò essere felice solo quando riuscirò a…”.

E nel frattempo cos’è successo?

Semplice, nonostante tu abbia raggiunto quel traguardo e molti altri, stai ancora cercando la felicità.

Come vedi c’è qualcosa di sbagliato nel nostro modo di ricercarla.

 

La Felicità è un Viaggio - Qui ed Ora - uym

La Felicità è un Viaggio – Qui ed Ora – uym

La felicità è un viaggio di Crystal Boyd

 

Siamo convinti che la nostra vita sarà migliore quando saremo sposati, avremo un bambino, e poi un altro.

Poi ancora ci sentiamo frustrati perché i nostri figli non sono abbastanza grandi e saremo più contenti quando lo diventeranno.

In seguito siamo esasperati perché dobbiamo occuparci di adolescenti.

Siamo convinti che saremo felici quando avranno superato questa fase della loro vita.

Ci diciamo che staremo meglio quando il nostro partner avrà risolto i suoi problemi, avremo un’automobile migliore, potremo fare una bella vacanza e quando andremo in pensione.

La verità è che non c’è momento migliore per essere felici di quello che stiamo vivendo.

Se non ora, quando?

La tua vita sarà sempre piena di sfide.

È meglio accettarlo e decidere di essere comunque felice.

Una delle mie citazioni preferite è di Alfred D. Souza. Egli dice:

 

“Per molto tempo ho avuto l’impressione che la vita stesse per iniziare – la vita vera. Ma c’era sempre qualche ostacolo sulla via, qualcosa che prima bisognava risolvere, qualche affare in sospeso che richiedeva ancora del tempo, o un debito da estinguere. In seguito la vita sarebbe iniziata. Alla fine mi sono reso conto che questi ostacoli erano la mia vita”.

 

Questo modo di percepire le cose mi ha aiutato a capire che non esiste una via che porti alla felicità.

La felicità è la via.

Quindi prendi a cuore ogni momento che vivi e valorizzalo di più perché lo hai condiviso con qualcuno speciale, abbastanza speciale da trascorrere del tempo assieme… e ricorda che il tempo non aspetta nessuno.

Quindi smetti di… aspettare di finire la scuola, di tornare a scuola, di perdere 5 Kg, di prendere 5 Kg, di avere dei figli, di vedere i tuoi figli andar via di casa, di cominciare a lavorare, di andare in pensione, di sposarti, di divorziare, che arrivi il venerdì sera, la domenica mattina, di avere un’automobile o una casa nuova, di finire di pagare l’automobile o la casa, che giunga la primavera, l’estate, l’autunno, l’inverno, di essere benestante, di arrivare al primo o al quindici del mese, di godere del successo della tua canzone, di bere, di riprenderti da una sbornia, di morire, di nascere nuovamente… per decidere che non c’è tempo migliore che adesso per essere felice.

La felicità è un viaggio, non una meta.

 

È bene fare una pausa nella nostra ricerca della felicità ed essere semplicemente felici. (G. Apollinaire) Click to Tweet

 

La Felicità è un viaggio: uno stato emotivo che sottende tutti gli altri

La felicità non è forse allora un qualcosa che sottende tutti gli altri stati emotivi?

Mi viene alla mente una bellissima metafora di Matthieu Ricard, monaco buddista considerato “L’uomo più Felice al mondo”.

Egli spiega il suo modo di vedere la Felicità.

Per lui la Felicità è uno stato di costante benessere e non una fugace sensazione.

La domanda che ci viene subito in mente è come sia possibile godere di tale benessere se in quel momento siamo però tristi, arrabbiati, delusi o preoccupati?

Forse la risposta è da ricercare nel fatto che stiamo parlando di stati emotivi posizionati su livelli differenti.

Vediamo cosa significa.

La Felicità è un viaggio - Onde del mare - uym

La Felicità è un viaggio – Onde del mare – uym

Prendi ad esempio l’oceano.

Immaginalo tempestoso in superficie, con forti onde che creano imponenti muri d’acqua che con violenza cadono giù infrangendosi.

Adesso immagina di scendere a parecchi metri dalla superficie.

Ti sarai accorto che nonostante il mare in burrasca sopra di te, nel profondo c’è invece una calma impressionante.

Ecco perché si parla di stati emotivi posizionati su differenti livelli.

Si può quindi essere Felici e al contempo preoccupati ed arrabbiati per quel problema da risolvere.

Si può essere Felici anche quando le cose non vanno affatto come vorremmo.

 

Non c’è momento migliore per essere felici di quello che stiamo vivendo. Click to Tweet

 

Per concludere

Quando si affronta l’argomento Felicità si pensa spesso a uno stato raggiungibile solo quando riusciamo a mettere “tutti i pezzi” al loro posto.

“Quest’aspetto è al suo posto, quest’altro problema è stato risolto, quest’altro ancora finalmente funziona egregiamente, ecc.”

Ecco che c’impegniamo a trovare questo e quello in modo che tutte le condizioni che noi riteniamo imprescindibili per essere felici si verifichino.

Questo modo di pensare è l’anticamera del : “Bisogna avere ‘Tutto’ per raggiungere questo stato di particolare benessere”.

“Tutto” ha significati diversi e comprende aspetti molto differenti per ognuno di noi.

Il punto è che Volere “Tutto” significa in pratica che ci mancherà sempre qualcosa.

Sempre.

 

Firma Marco Little UYM

Articolo su La Felicità è un Viaggio – Immagini pubblico dominio

Matita - UYM

📩

VOGLIO ISCRIVERMI ALLA NEWSLETTER E

SCARICARE GRATUITAMENTE

📘

LA MIA COPIA 

22 PASSI VERSO LA FELICITÀ

22-passi-thumb-UYM3

The following two tabs change content below.
Ciao, mi chiamo Marco Cammilli e sono l'autore di UpgradeYourMind. Voglio condividere con te i miei studi e le mie esperienze nell'ambito della crescita personale. Scopri le strategie pratiche e immediate per migliorare la qualità della vita. Buona navigazione. Marco.

Ultimi post di Marco Cammilli (vedi tutti)

Lascia un commento tramite il tuo profilo Facebook

5 commenti
  1. Matteo
    Matteo dice:

    Rimango sempre impressionato dalla tua capacità di descrivere argomenti complessi o delicati.
    Grazie davvero per condividerci questi contenuti di spessore. Continua così!

    Rispondi
  2. Wisteria
    Wisteria dice:

    Complimenti Marco, ho letto e riletto l’articolo più volte. Interessantissimo.
    Quello che scrivi entra dentro, lascia il segno ed ora ciò che mi circonda lo osservo con occhi diversi.
    Grazie!

    Rispondi
  3. Gianluca
    Gianluca dice:

    Grazie Marco per l’articolo. Un argomento affascinante e difficile trattato con delicatezza e competenza. Davvero ben fatto.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *