Articoli

Il Treno della Vita salire o aspettare in stazione - uym

Il Treno della Vita: salire o aspettare in stazione?

Cosa intendo per Treno della Vita?La vita è un viaggio e sta a noi decidere come farlo, quali obiettivi porsi e quali mete raggiungere.Parliamo un po’ di questo Treno della Vita, di questo Treno sul quale vorresti/dovresti salire ma per mille motivi ancora non lo hai fatto.
Autocontrollo 4 abitudini per rafforzarlo - uym

Autocontrollo: 4 abitudini per rafforzarlo

Autocontrollo, cos'è esattamente e come possiamo rafforzarlo?Si intende per Autocontrollo la padronanza delle proprie azioni, dei propri impulsi.È la capacità che ci permette di controllare le nostre emozioni, i desideri e i comportamenti.Non una cosetta da poco.Prova infatti a pensare a cosa succede quando non hai il controllo delle tue emozioni, quando tendono a prendere il sopravvento e a decidere "al posto tuo" cosa fare.Quello che ne esce fuori non è mai qualcosa di cui andare fieri.
Louis Zamperini e la sua incredibile storia - uym

Louis Zamperini e la sua incredibile storia

Voglio parlarti di Louis Zamperini e della sua incredibile storia. Perché incredibile? Mettiti comodo allora perché di cose da raccontarti ce ne sono un bel po'. Potrei iniziare dicendoti che Louis Zamperini riuscì a sopravvivere su un gommone per 47 giorni nel mezzo dell'oceano Pacifico. Né gli attacchi degli squali né le mitragliatrici dell'aviazione giapponese riuscirono a fermare la sua voglia di sopravvivere. Era salvo... o forse niente affatto perché quella sopravvivenza in mare, forse, risultò persino peggiore della morte.
Nick Vujicic amare la vita senza braccia e senza gambe - uym

Nick Vujicic: amare la vita senza braccia e senza gambe

Nick Vujicic è nato senza braccia. Nick Vujicic è nato anche senza gambe. È difficile anche solo immaginare cosa significhi crescere e vivere senza arti come Nick Vujicic. Ammetto di non averci pensato neppure io fino a che, alcuni di anni fa, mi capitò di leggere la storia di Nick Vujicic. Perché voglio raccontartela? Perché quando la vita sembra averti portato via tutto possiamo comunque decidere di andare avanti e "reinventarci".
Che cosa ho imparato dalla vita - uym

Che cosa ho imparato dalla vita?

"Le cose che ho imparato dalla vita" rappresenta un insieme di profonde e importanti riflessioni.Voglio farti leggere questi pensieri perché vengono toccati numerosi aspetti delle nostre vite: felicità, responsabilità, amore, comprensione, apparenza e sostanza, amicizia, perdono, resilienza, rimpianti e rimorsi, ecc.L'autore rimane sconosciuto ma a noi interessa il contenuto e t'invito a leggerlo con attenzione e a soffermarti su ciascuna frase.
Rimpianti - Non andartene docile in quella buona notte - uym

Rimpianti - Non andartene...

Tempo e rimpianti sono due argomenti molto importanti e strettamente interconnessi.Vorremmo tutti avere la possibilità di riavvolgere il filo del tempo per avere l'opportunità di prendere decisioni differenti ma così non è."Tempus fugit" e non si può tornare indietro.Purtroppo crediamo che "Avere tempo" significhi viverlo pienamente. Così non è. E quando ce ne accorgiamo cominciano ad affiorare i rimpianti.
Esiste solo il coraggio di rialzarsi - uym

Esiste solo il coraggio di rialzarsi

Esiste solo il coraggio di rialzarsi, questo ci insegna il libro di Mario Calabresi. Al centro del libro campeggia una domanda, la stessa domanda che tutti noi ci poniamo: che cosa succede nel cuore e nella testa di coloro che cadono e nonostante tutto trovano la forza di rialzarsi? Da dove ricavano la loro forza, dove si nasconde questo loro segreto?
Domani sarà un giorno migliore se lo vorrai - uym

Domani sarà un giorno migliore... se lo vorrai

Domani sarà un giorno migliore. È possibile coricarsi la sera e fare questo pensiero? Domattina, quando ti alzerai dal letto, potrai prendere due decisioni: fare le stesse cose nello stesso modo oppure farle in maniera diversa.È una scelta tua e di nessun altro. È una tua responsabilità e di nessun altro. Domani sarà un giorno migliore... se lo vorrai.
Disastro aereo delle Ande - uym

Il disastro aereo delle Ande

Il disastro aereo delle Ande è uno di quegli eventi che mi ha colpito tantissimo. Quando iniziai a leggere le prime pagine del libro ne fui rapito. La fusoliera dell'areo era distrutta. Attorno a lui i corpi privi di vita dei suoi compagni di squadra. Solo in pochi erano sopravvissuti al terribile schianto. Si trovavano a 4.000 metri d'altitudine, a -30°, in mezzo al niente.Il freddo era talmente intenso che pareva acido sulla pelle.